Dove spendere i bitcoin

Dove spendere i bitcoin

Al giorno d’oggi, ci sono sempre più paesi che stanno prendendo in considerazione l’idea di affiancare il bitcoin alle valute legali. In Giappone ad esempio, è già possibile acquistare un’infinità di beni, e siamo solo all’inizio. Il faro principale del mercato delle criptovalute, affascina ormai sempre più persone, grazie al suo rivoluzionario sistema di pagamento. Alcuni utenti utilizzano il Bitcoin come investimento o bene rifugio, altri per fare trading su piattaforme online o per trasferire in modo rapido del denaro all’estero. Tuttavia, la maggior parte degli utenti non conosce ancora a fondo le modalità di utilizzo del Bitcoin, rimanendo restii a procedere in tale direzione. In questo articolo, vi indicheremo i modi e i luoghi migliori per poter spendere i propri Bitcoin in sicurezza.

Spendere nei negozi

In Italia non è affatto facile trovare un numero cospicuo di negozi aderenti a questa moneta. Per trovare i negozi che accettano Bitcoin è possibile consultare un sito internet chiamato coinmap.org . Questa piattaforma più o meno completa, fornisce una mappa con la posizione dei negozi aderenti, anche con ricerche basate sulla vicinanza dell’utente a tali attività commerciali grazie a sistemi di localizzazione. Inoltre, esiste anche un’app chiamata QuiBitcoin, la quale traccia e mantiene aggiornata la possibile presenza sul territorio di possibili nuovi negozi o perfino di Bitcoin ATM, dei simil bancomat che permettono di acquistare rapidamente la criptomoneta in cambio di contanti. Come già accennato in precedenza però, al momento in Italia non sono molti i negozi che accettano pagamenti in Bitcoin (nell’area metropolitana di Milano ad esempio, risultano solamente 44 corrispondenze possibili). Il problema è causato in parte dai lunghi tempi delle transazioni, che rendono la criptomoneta ancora poco adatta agli acquisti, ma anche degli stessi costi delle compravendite, argomenti in costante sviluppo da parte del team di sviluppo Bitcoin.

Commercio online

Invece, nel settore dell’e-commerce, le criptovalute stanno man mano trovando sempre più spazio di azione nonostante la volatilità del proprio prezzo . Nel mondo degli acquisti online infatti, i tempi di transazione così problematici nelle compravendite fisiche (circa 10 minuti), sono più che accettabili, e questa modalità di pagamento in criptovaluta, porta allo stesso tempo grandi vantaggi ai negozianti disposti ad accettarla, come ad esempio l’impossibilità di invertire il pagamento. Sempre più grandi aziende si stanno lanciando nel mercato dei Bitcoin, tra queste per esempio spicca per esempio il nome di Steam, la più grande piattaforma mondiale di vendita di videogiochi online. Un altro nome di spicco è quello di Amazon: infatti, con una procedura non proprio semplice, utilizzando siti come Paxful o Purse.io, è possibile utilizzare i propri Bitcoin per ottenere ad esempio buoni Amazon spendibili regolarmente. Soluzione che comunque presenta complicazioni dato il non diretto coinvolgimento del colosso del commercio online.

Ma non è tutto: per la prima volta anche un sito di Robo-Advisory, AdviseOnly​, ha scelto di accettare Bitcoin. Inoltre, alcuni servizi particolari danno l’opportunità di acquistare carte regalo con i Bitcoin da utilizzare in esercizi commerciali definiti. Un esempio di questi servizi è Giftoff.

Le​ ​carte​ ​di​ ​debito​ ​in​ ​Bitcoin

Esiste un altro metodo per chi voglia spendere Bitcoin, ovvero le cosiddette Carte di Debito (per intenderci, simili a Postepay). Ormai sono diversi i servizi come Mastercard o Visa che consentono agli utenti di possedere carte di debito, ed è possibile dedurre il proprio bilancio da un portafoglio Bitcoin, il quale permette di pagare con i propri Bitcoin praticamente in ogni luogo in cui venga accettato un comune pagamento con POS. In passato è stato tentato di promuovere sistemi di pagamento basati unicamente sul Bitcoin, ma con scarso successo. Tutto ciò infatti è causato dalla natura volatile del Bitcoin e delle criptovalute in genere, che produce forti variazioni di prezzo in un arco di tempo estremamente breve. Gli stessi commercianti che accettano tali pagamenti, utilizzano un sistema per convertire rapidamente la criptomoneta in denaro legale (il cosiddetto FIAT Money), per non dover correre nessun rischio basato su tale andamento altalenante di questo mercato.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name*

Email

Website